Please reload

Post recenti

Nativitas inizia con il canto sacro!

November 27, 2017

1/4
Please reload

Post in evidenza

Un ricordo indelebile nei nostri cuori

November 8, 2017

E’ trascorso più di  un anno dalla scomparsa della nostra compaesana Maria Zucchiatti, ma il suo ricordo è sempre vivo tra quanti hanno avuto la fortuna di conoscerla.

Nata a Gorizia nel 1968, si trasferisce con la famiglia a Lucinico pochi anni più tardi, qui frequenta le scuole, crea amicizie, inizia ad avvicinarsi alla musica prima frequentando la scuola di musica di Lucinico, studiando pianoforte e violino, poi attraverso il canto. Rimane a Lucinico fino al 2001 quando sposa Claudio Murador e si trasferisce a Pozzo di Codroipo.

Seppur lontana, Mariuccia è sempre presente nella vita della comunità lucinichese: dal 1982 entra a far parte del gruppo corale “Coral di Lucinis” e da subito ne diventa una colonna portante, non solo per la sua meravigliosa voce, ma soprattutto per la sua carismatica voglia di fare, di incontrare, di vivere.

All’interno della Corale, Mariuccia promuove e organizza concerti, scambi e trasferte, perché per lei l’incontro con altre realtà corali era una ricchezza, cantare non significava solo mettere insieme delle note, ma essere capaci di trasmettere un qualche cosa in più, un’armonia non solo di note ma di persone.

Nonostante la malattia che l’aveva colpita, Mariuccia ha continuato fino alla fine a organizzare momenti di vita corale importanti, creando nuovi progetti, trasferte anche all’estero, per portare oltre ai confini regionali il nome del coro e quello del suo paese, Lucinico.

Ricordiamo la bellissima trasferta a Budapest nell’ambito del progetto “Echi armonici dal Friuli e dalla Venezia Giulia”, progetto curato nei minimi dettagli da Mariuccia. Nel 2015 la splendida trasferta in Valtellina e Svizzera, giornate trascorse tra canti, visite e grandi abbuffate, grazie all’ospitalità del Coro Alpino di Berbenno di Valtellina. Infine la progettazione degli appuntamenti per festeggiare il quarantesimo anniversario della corale, momenti che, purtroppo, non è riuscita a condividere con noi.

Tante sono le parole con cui si può descrivere Mariuccia, una persona aperta, solare, spiritosa, tenace, ostinata, ma due la rappresentano in modo speciale: presenza e disponibilità. Una disponibilità discreta e disinteressata; disponibilità ad aiutare, a fare, ad esserci, nonostante la fatica e la stanchezza. Una presenza costante, irruenta, piena; una presenza per la sua famiglia, per gli amici, per il coro.  Una presenza che lascia un vuoto ancora più grande ed incolmabile.

Queste le parole con cui la Coral di Lucinis ha voluto salutarla:

“Ciao Mariuccia,

oggi parti per il tuo lungo viaggio e noi abbiamo voluto accompagnarti come sarebbe piaciuto a te, con il nostro canto.

Oggi è un giorno triste, perché l’assenza del tuo sorriso, dei tuoi sguardi, della tua voce lascia in noi un vuoto incolmabile.

Oggi è un giorno di ricordi: in questo momento ognuno di noi ha nel proprio cuore e nella propria mente una tua battuta, un frammento di vita passato assieme a te … e proprio mentre stiamo rivivendo quei momenti, ci rendiamo conto che sono ricordi divertenti, felici, spensierati!

Perché tu eri così, sempre allegra, piena di vita e gioia di vivere, pronta ad aiutare gli altri, a combattere fino alla fine in ciò in cui credevi. In una parola tu eri e sei La Mariuccia.

Oggi il tuo ricordo ci riempie il cuore di sentimenti contrastanti, tristezza e gioia, rabbia e accettazione, debolezza e forza, la forza che tu hai avuto nell’affrontare in modo discreto la tua malattia, senza mai essere di peso agli altri, continuando ad essere presente ad ogni appuntamento, intrecciando nuove amicizie e costruendo nuovi progetti.

Oggi la tristezza che proviamo viene mitigata dalla certezza di ritrovare il tuo sorriso nei volti dei tuoi amici, di sentire il tuo sguardo dolce e ironico fra gli sguardi di quanti hanno condiviso con te momenti spensierati, di sentire ancora la tua voce nel nostro cuore.

Oggi la tua anima parte per un lungo viaggio dove ritroverai i tuoi adorati nonni, gli amici che ti hanno preceduta e che ti aspettano a braccia aperte.

Oggi il tuo corpo mortale ritorna al tuo amato paese, Lucinico, che hai lasciato per seguire l’amore della tua vita Claudio. Ritorni a Lucinico, che tu hai sempre portato nel cuore e che hai fatto conoscere ed apprezzare, attraverso la tua immancabile presenza nella Coral di Lucinis, a tante persone di altri paesi.

Oggi ti salutiamo con un grazie per tutto ciò che hai fatto, per ciò che ci hai dato, per ciò che hai saputo essere.

Ciao Aquila, ciao comare, ciao amica, ciao Mariuccia.”

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square